Dall’Arena di Verona Amadeus conduce Arena Suzuki ’60 ’70 ’80 e…’90

Successo straordinario per “Arena Suzuki ’60 ’70 ’80 e…’90” che nelle tre serate all’Arena di Verona condotte da Amadeus ha visto 46 artisti, tra italiani e internazionali, susseguirsi sul palco.

Una grande festa della musica che ha unito un pubblico di tutte le età e ha fatto ballare tutto l’anfiteatro scaligero creando un’energia e un’atmosfera uniche.

Ma non finisce qui…per rivivere le emozioni vissute in Arena, questa serasabato 17 settembre – andrà in onda, in prima serata su Rai 1, il primo dei tre appuntamenti previsti.

Una vera e propria playlist di hit che hanno segnato quattro decenni simbolo della musica mondiale interpretate dagli artisti originali.

Ecco gli artisti del primo appuntamento: Gloria Gaynor con “I will survive”, Paul Young con “Love of common people”, Orchestral Manoeuvres in the dark con “Enola gay”, Ricchi e poveri con “Sarà perchè ti amo”, La Bouche con “Be my lover”, Richard Sanderson con “Reality” (Il tempo delle mele), Ornella Vanoni con “L’appuntamento”, Leroy Gomez – Santa Esmeralda con “Don’t let me be misunderstood”, Maggie Reilly con “Moonlight shadow”, Eiffel 65 con “Blue (Da Ba Dee)”, Umberto Balsamo con “Balla”, Neri per caso con “Le ragazza”, Leee John – Imagination con “Just an illusion”, Gianluca Grignani con “Destinazione paradiso”. E tanti altri grandi successi.

Come per la prima edizione, Amadeus torna in consolle affiancato da Massimo Alberti e nel corso delle serate farà ascoltare il suo repertorio da dj-vocalist e la sua playlist Anni ’60, ’70, ’80 e…’90!

Radio 2 è la radio partner dell’evento.

Lascia un commento