Crea sito

#ElenaSofiaRicci: “Suor Angela, la mia supereroina che piace a tutti. Come lei solo il Papa e Mattarella”

“Che Dio ci aiuti è molto in linea con quello che sta succedendo all’umanità” ha spiegato Elena Sofia Ricci all’Adnkronos, “suor Angela parlerà anche ai negazionisti”. E poi racconta la paura sul set, i suoi nuovi progetti in teatro e…

di:

INTERVISTE

Tutto è pronto per la sesta stagione di “Che Dio ci aiuti”, la fiction di successo realizzata da Lux Vide per Rai 1 che riparte domani sera, giovedì 7 gennaio, con dieci nuove puntate.

“Questa serie è molto in linea con quello che sta succedendo all’umanità” ha spiegato Elena Sofia Ricci, che interpreta l’amatissima suor Angela, in un’intervista all’Adnkronos. “Che Dio ci aiuti è sempre stata avanti: il senso del giusto, del buonsenso, della pietas, della carità e della comunità sono sempre stati temi presenti in questa serie e non solo grazie alla fede della protagonista ma anche rispetto alle domande che il mondo ti pone. Dobbiamo restare in contatto con il resto del mondo, secondo una morale: nessuno si salva da solo. Insomma, suor Angela parlerà anche ai negazionisti“.

La nuova stagione ambientata ad Assisi – la città natale della protagonista – è ancora sul set. Come già accaduto in passato, infatti, i primi episodi andranno in onda nonostante le riprese termineranno solo a febbraio: “Il virus ha solo innalzato il coefficiente di difficoltà ma i ritmi delle serie tv sono sempre serratissimi. Per la troupe in estate stare tutto il giorno con la mascherina è stato massacrante. Poi la collezione di tamponi. Ma ce la stiamo cavando anche se la paura è grande”.

E dopo Che Dio ci aiuti, Elena Sofia Ricci non vede l’ora di tornare in teatro: “Quando riapriranno i palcoscenici io ci sarò. Ho tre progetti in cantiere, due come interprete ed uno come regista e interprete”. E poi c’è il desiderio di “realizzare una cosa che ho scritto per il cinema o la tv 14 anni fa, ma che era troppo avanti per allora. Ora forse i tempi sono maturi”.