Con Uno Mattina riparte il daytime di Rai 1: riconfermata la coppia Monica Giandotti e Marco Frittella

Dal 13 settembre torna “Uno Mattina” con la conduzione di Monica Giandotti e Marco Frittella. In stretta collaborazione con il Tg 1, le pagine della trasmissione saranno divise in maniera più determinata e chiara

di:

PROGRAMMIUnoMattina

Da domani, lunedì 13 settembre, torna “Uno Mattina” in onda dal lunedì al venerdì alle 07.10 su Rai1, con la conduzione della coppia della scorsa stagione formata dei giornalisti Monica Giandotti per la rete, e Marco Frittella per il Tg1.

Nel solco della tradizione che accompagna il telespettatore nella mattina di Rai 1, quest’anno il programma si prefigge di spaziare su tematiche più inerenti alla stagione particolare che il paese sta vivendo. Accanto al racconto dei fatti e degli eventi che caratterizzano l’attualità del giorno, l’obiettivo che si intende raggiungere è quello di fornire una chiave di lettura delle tematiche più scottanti che si declinano nel panorama italiano e internazionale.

In stretta collaborazione con il Tg1, le pagine della trasmissione saranno divise in maniera più determinata e chiara in riferimento alle diverse tipologie di pubblico che si affacciano alla messa in onda in fasce orarie così significativamente diverse.

In apertura l’ampia pagina della stretta attualità con servizi, testimonianze e ospiti legati agli avvenimenti del giorno. A seguire uno spazio che sappia raccontare il territorio con le sue particolarità, curiosità e peculiarità in modo da stabilire un patto ancora più stretto con il territorio e in modo da stilare in onda un protocollo per la ripartenza di un paese dalle mille risorse umane e territoriali. Arte, scienza, costume, aggregazioni sociali e iniziative individuali in un’unica trama che delinei i criteri della forza di un Paese che non vuole mollare.

In questo scenario editoriale non può mancare la trattazione della cronaca, sia rosa che nera, che, da sempre ha occupato le cronache quotidiane. In questo caso le ricostruzioni filmate e le ipotesi investigative oltre che le testimonianze dirette, costruiranno lo story telling televisivo del progetto.

 

I Commenti sono chiusi.