Champions League, in chiaro su Canale 5 va in onda il match valido per la quarta giornata Juventus-Zenit

In prima serata in chiaro su Canale 5 andrà in onda il match valido per la quarta giornata di Champions League “Juventus-Zenit”. La gara sarà visibile anche in diretta streaming. Su Mediaset Infinity c’è Atalanta-Manchester United

di:

PROGRAMMISport

Questa sera, martedì 2 novembre su Canale 5 alle ore 21.00, andrà in onda il match valido per la quarta giornata di Champions League “Juventus-Zenit”. La gara sarà visibile anche in diretta streaming su sportmediaset.it.

Dall’Allianz Stadium di Torino va in scena la sfida tra i bianconeri di Massimiliano Allegri che dopo i nove punti conquistati nelle prime tre giornate vogliono chiudere il discorso qualificazione e i russi fermi a quota tre punti. Telecronaca affidata a Massimo Callegari con il commento tecnico di Massimo Paganin. Su Mediaset Infinity prepartita con Benedetta Radaelli con ospite in studio Mino Taveri.

A seguire, sempre sull’ammiraglia Mediaset, ricco post-partita condotto da Alberto Brandi con ospiti in studio Alessio Tacchinardi, Massimo Mauro, Sandro Sabatini, e Graziano Cesari per tutti i casi da moviola. Non mancheranno immagini, highlights, gol e interviste ai protagonisti della quarta giornata di Champions.

Per non perdersi nemmeno un minuto dello spettacolo della Champions, quattordici gare della quarta giornata (2 e 3 novembre) saranno visibili in diretta streaming sulla piattaforma Mediaset Infinity, tra cui spiccano “Atalanta-Manchester United” questa sera, martedì 2 alle ore 21.00 e “Sheriff Tiraspol-Inter” domani sera, mercoledì 3 alle ore 21.00. E grazie all’opzione “Diretta Champions” è possibile gustarsi tutti i goal in tempo reale. Mercoledì 3 novembre, su Mediaset Infinity il prepartita sarà condotto da Benedetta Radaelli, con Mino Taveri, Riccardo Ferri e Stefano Sorrentino.

A seguire, nel post-partita Champions su Mediaset Infinity ampia sintesi di “Milan-Porto” con lo studio condotto da Benedetta Radaelli, con Riccardo Ferri, Stefano Sorrentino, Mino Taveri e Graziano Cesari.

 

I Commenti sono chiusi.